Home/QUI MONTEBELLO (DE)/Artikelarchiv/1973-1979/Isola del Piano: il fascino dei vecchi attrezzi agricoli /MESSAGGI DEGLI AMICI DELLA COOPERATIVA
ENGLISH | DEUTSCH  | JAPANESE | HOME | CONTATTI | MAPPA | SITI CONSIGLIATI | CREDITI | 40 ANNI A MONTEBELLO
CHI SIAMO
La nostra storia
La nostra agricoltura
 
I NOSTRI PRODOTTI
Dai campi alla tavola
Elenco prodotti
Perché puoi fidarti
Dove trovare i prodotti
Ricette
 
VIENI A TROVARCI
Tenuta di Montebello
Altri agriturismi
Paesaggi
Fattoria didattica
Come arrivare
 
QUI MONTEBELLO
News/eventi
Pubblicazioni
Articoli 2012
Articoli di Gino Girolomoni
Archivio articoli
Angolo della posta
CERCA NEL SITO
Utenti online: 113
Visite totali: 3911558
Agriturismo Montebellobio

MESSAGGI DEGLI AMICI DELLA COOPERATIVA

Pubblichiamo i messaggi di cordoglio per Gino, che ci sono giunti dai tanti amici, che ringraziamo di cuore:

 


 Caro Francesco, è stata molto bella e profonda la giornata di ieri.
Un momento di comunione tra tante persone che amavano gino, tante che sentiranno la sua mancanza, gino era li con noi e lo sentiamo ancora come il maestro che è sempre stato.
Cerchiamo di portare avanti il suo pensiero, ce lo prendiamo come un impegno nei suoi confronti. Puoi contare su di noi, sul gruppo toscano che si è sempre confrontato con voi.
Partiamo da dove era arrivato lui. In una sua ultima mail mi salutava con un  "Presto penso di avere qualche novità per tenere in piedi un coordinamento nazionale di produttori veri.", non so cosa avesse in mente e quali passi avesse già iniziato.
Se te riesci a scoprire dove era arrivato ripartiamo da li, noi ci saremo.
Non ho mandato un telegramma di condoglianze ai figli, salutameli te da parte di tutto il biologico toscano.
PS: ci sarà un nuovo numero di Mediterraneo? era già in fase avanzata? c'è spazio per scriverci?

 

Marco Bignardi
Coordinamento Toscano Produttori Biologici

 

 

 

il presidente, il consiglio direttivo, i tecnici di APROBIO e riteniamo quanti in Friuli in questi anni hanno avuto modo di conoscere Gino si uniscono nell'ultimo saluto.
 
 APROBIO - ASSOCIAZIONE PRODUTTORI BIOLOGICI E BIODINAMICI DEL F.V.G.

 

 


Ciao Francesco,volevo portare a te e ai soci della cooperativa le mie condoglianze per la scomparsa di Gino. Avrei voluto essere con voi ieri al monastero, purtroppo un forte mal di schiena mi ha impedito di mettermi in auto.
Spero di aver modo di venire presto ad Isola del Piano per salutare tutti e farvi sentire la mia vicinanza in un momento tanto difficile.
Sono sicura che tutto quanto costruito finora da Gino, dagli altri soci e dai dipendenti della cooperativa continuerà a dare i suoi frutti.
Un caro abbraccio


Francesca Severini

 

 

 

Spiacente di non aver appreso per tempo la notizia di questo grave lutto, sia per il lato umano di questa grande Persona che merita il massimo rispetto, sia per il sistema biologico che purtroppo perde un’importante personalità di un uomo di cultura.
Sentite condoglianze.


Pier Luigi Perissinotto

 

 

 

Un intenso e profondo omaggio per IL  GRANDE  dell’agricoltura biologica italiana, da parte di Agri.Bio.Piemonte, del consiglio direttivo e di tutti i suoi soci.
Con Gino non ho perso solo un amico qui sulla Terra ma anche il mio fratello maggiore che mi ha guidato ed insegnato tante cose nobili, sane e belle.
Adesso anche l’agricoltura biologica ha un rappresentante in Paradiso.

 

Ivo Bertaina

 

 

 

Caro Dottore,
sono davvero addolorato e penso che sia per tutti una grande perdita.
Il mondo ha sempre più bisogno di “visionari” come lui.
Un affettuoso abbraccio.
 Jurek Mosiewicz

vi sono vicino , nell'affetto e nel rispetto


alfredo fasola

 

 


Buongiorno Francesco,
ho appreso ora la notizia della morte di Gino Girolomoni ,sono  amareggiato e profondamente dispiaciuto
Guido Alberti

Mi dispiace tantissimo, avevo un grande desiderio di conoscerlo mi ha colpito subito i suoi pensieri che ho letto sulla rivista.

Ne ho parlato proprio giovedì scorso con il Presidente a Tolentino.

Spero di venire x i funerali


Piero Caferri

 

 


Carissimo Francesco
un gran dolore per me questa mattina.  Mi sento fortemente legato con Lui e con tutti Voi. da un paio di anni non lo sentivo, ma Vi assicuro era presente con me sempre. E' stato e sarà il mio Maestro.
Proprio ieri sera avevo visto il filmato di Tommaso Radice girato su Montebello e con Gino e Giovanni intervistati, stasera è programmato di vederlo con i soci della Valdibella. lo vedremo in suo ricordo e onore.
Stamattina mi veniva in mente e mi promettevo di chiamarlo per rispondere a una sua chiamata e per ritornare a fare qualcosa insieme.
Vi abbraccio tutti e ti prego Francesco di farlo per me con Giovanni e famiglia.
Massimiliano Solano

Onore al grande Gino, persona insostituibile di cui sentiremo la mancanza, un caro saluto a tutti gli amici dell'amab.

 

Natale Marcomini

 

 


Ho appreso, dal nostro comune amico Massimiliano, la triste notizia della morte di Gino Girolomoni.
Anche se, da quando ho avuto la fortuna di fare la sua conoscenza, grazie a Robi Ronza più di 25 anni fa, ho avuto poche occasioni di incontrarlo, Gino è stato per me in importante riferimento e mi ha insegnato ad amare le mie origine agricole.
Pregherò perché l’Autore della natura che ha tanto amato accolga Gino nel suo “campo”  e perché i suoi familiari e i suoi compagni vivano nella speranza che lui ha sempre seminato.


Calogero Zuppardo
Associazione Il Baglio – Palermo

 

 


La notizia dell’improvviso decesso dell’amico Gino mi ha particolarmente commosso.
Di lui vorrei ricordare soprattutto la purezza degli ideali religiosi da cui discende la visione dell’uomo e della natura.
La sua sensibilità di agricoltore ambientalista e la sua onesta intellettuale ce lo fanno ricordare come fondatore e pioniere del movimento biologico italiano. Ancora oggi percorriamo la strada da lui tracciata nella visione di un’agricoltura rispettosa dell’ambiente.
A lui dobbiamo quindi un ringraziamento particolare e una doverosa preghiera.
A nome mio personale e del settore biologico della Coldiretti esprimo ai familiari e a tutti voi le mie più affettuose e sentite condoglianze.
Marco Camilli

E scomparso un grande uomo che grazie a lui l'universo del biologico ne sentirà la sua mancanza ma non riuscirà mai a ringraziarlo per quanto gli ha dato e ci ha dato.

CON TRISTEZZA FACCIO A TUTTA LA SUA FAMIGLIA E A TUTTI VOI LE MIE PIU SENTITE CONDOGLIANZE.

 

Paolo Marini

 

 


Esprimo il cordoglio personale e della mia famiglia per la perdita del caro amico Gino Girolomoni, uomo di grande umanità e di straordinaria lungimiranza.

 

Fernando Bianco

 

 

 

Caro Gian Luca

 

Ti ringrazio per il link che mi ha fatto molto molto piacere. Se e’ un’ emozione sentire la sua voce vedendolo in un video, e’ ancora piu’ emozionante ascoltare solo la sua voce, immaginandolo, come in questo caso, al telefono nel suo studio di Montebello, attorniato dai libri. Forse quando ha fatto l’intervista telefonica era in un altro posto, ma io lo ho immaginato cosi’. 

Carissimo amico, piu’ tempo passa e piu’ mi rendo conto di che uomo e’ stato Gino e quanto sia stato fortunato a conoscerlo. Sento la sua mancanza e mi riesce difficile immaginare che non sara’ piu’ li d accoglierci quando verremo nuovamente a trovarvi (spero presto), e non potro piu’ sentirlo parlare, scherzare o ridere. 

L’ho visto sereno nella morte. Forse lui, il “Gino Terreno”, per usare la definizione dell’amministratore di Alce Nero e Mielizia nella mail che mi hai fatto leggere, avrebbe voluto restare un po’ di piu’, e godersi, giustamente, i frutti del suo lungo lavoro dedicandosi alle tante attivita’ di cui era appassionato. Ma sono sicuro che dove e’ ora ha trovato la serenita’ e la pace eterna.

Come ho scritto ai nostri amici giapponesi, la sua foto puo’ essere tranquillamente aggiunta nel poster del Museo della Cultura Contadina del Monastero, tra le foto delle persone che, quando e’ arrivata l’ora, non hanno avuto niente di cui rimproverarsi di quello che hanno fatto nella loro vita terrena. 

Sono convinto che Samuele, Giovanni, e Maria, colpiti nel giro di breve tempo da questa secondo dolore, sapranno riprendersi. Certo non sara’ facile: “Ci aspettano giorni difficili” ha detto Maria durante la Messa. Credo sia impossibile immaginare il vuoto che stanno provando.

Vorrei potere fare qualcosa di piu’ per loro, ma mi sento impotente. 

Anche per te e per tutti gli amici di Alce Nero ci saranno giorni un po’ difficili. Io spero di no. Ma se dovessero esserci sono convinto che riuscirete a superarli. 

Se c’e’ qualcosa che Hayuru ed io possiamo fare, rinnovo la nostra piu’ completa disponibilta’. Qualsiasi cosa.

 Per ultimo, ti allego un messaggio di saluto che Nakamura ha scritto a tutti voi. Ti prego di inoltrarlo anche a Samuele, Giovanni e Maria, e a tutti gli amici di Alce Nero. 

Anche Tsuji mi ha mandato un messaggio. Lo tradurro’ e te lo faro’ avere entro oggi.

 

Un abbraccio,

Arturo.

 

 


Yokohama 19/3/2012
A tutti Voi di Alce Nero

L’ anno scorso a marzo il Giappone è stato colpito da un’enorme tragedia. E’ passato un anno da allora. Tutti quelli che ne sono stati colpiti direttamente, ma anche noi che non abbiamo avuto conseguenze dirette, abbiamo finalmente cominciato a lavorare pensando al futuro del nostro paese, con la speranza che si possa rimettere il prima possibile.
E ora mi raggiunge la triste notizia della scomparsa di Gino Girolomoni, un maestro che ho stimato molto, ma anche un mio carissimo amico.
Il cuore di tutti noi di Sokensha è infranto dal dolore e dalla solitudine.
Ho incontrato Gino per la prima volta a Isola del Piano nel novembre 2006. La nostra amicizia è durata solo 5 anni e 4 mesi, durante i quali l’ho incontrato solo poche volte. Ciononostante, ho avuto modo di imparare molte cose ascoltando le sue parole, e dal suo stesso modo di essere.
Come avrei voluto incontrarlo di più, parlare di più con lui ed approfondire la nostra reciproca amicizia! Come sono dispiaciuto e pentito per non essere venuto più spesso ad Isola del Piano finora!
Vorrei prendere subito l’aereo e venire a trovarVi per condividere il Vostro dolore e prometterVi solennemente il mio impegno a trasmettere alle generazioni future la passione e il nobile pensiero che Gino ci ha lasciato in eredità.
Vi prego di perdonarmi se, nell’impossibilità di farlo, mi limito a mandarVi questo mio scritto.
Al tempo stesso, proprio mentre sto scrivendo queste righe, forte del ricordo del lottatore che era in Gino Girolomoni, ho sentito dentro di me la volontà di non farmi sopraffare dal dolore e mi sono promesso di trasmettere la sua volontà al popolo giapponese.
Mi auguro che riusciate a rimettereVi dal dolore e sono certo che metterete ancora più passione nel produrre i prodotto che ci invierete in Giappone. Noi di Sokensha non ci lasceremo sopraffare dal dolore. Con un sentimento ancora più forte di prima, e con il ricordo di Gino Girolomoni scolpito nei nostri cuori, diffonderemo il suo pensiero in tutto il Giappone attraverso i prodotti che portano il suo nome.
Io sono convinto che così facendo, lo spirito del “guerriero Gino Girolomoni” riposerà in pace invitato dal Signore.
Un’ ultima preghiera che il Signore doni all’anima di Gino il riposo eterno.

 

Cari Amici Isshoni gambarimashou!
Sokensha Co. Ltd,
Yasushi Nakamura

 

 

 

Ciao Veronica, ho appena saputo della scomparsa di Gino.
Porgo le mie condoglianze a nome di tutto il Gas Malatesta di Cesena.

 

Silvia

 

 

Sono attonito e del tutto senza parole.
Vi sono vicino,

 

Roberto  Pinton

 

 

Da pochi istanti sono venuta a conoscenza della grave perdita subita dalla vostra famiglia, le parole servono a ben poco in momento come questi, se non lasciare libero il mio pensiero che torni a pochi giorni fà quando Vostro padre si trovava qui a Ravenna e si progettavano grandi cose. Comunque sono grata di averlo conosciuto, finirò di leggere i libri da lui donati quando venni in visita da voi a Isola del Piano. 


Riva Susanna

 

 

Gino e Tullia sono stati per molti anni la presenza più amichevole , anzi fraterna  nella  vita mia e di Rosanna  Se ne sono andati prima di noi e ci pare ingiusto,  avendo  noi più anni di loro . Pazienza, non ci vorrà molto prima che tocchi a noi . E sarà bello condividere insieme l'eternità. Per ora, fratello e sorella, il ciao di sempre ! 
 

Vittorio e Rosanna Messori

 

 

Un intenso e profondo omaggio per IL  GRANDE  dell’agricoltura biologica italiana, da parte di Agri.Bio.Piemonte, del consiglio direttivo e di tutti i suoi soci.

Con Gino non ho perso solo un amico qui sulla Terra ma anche il mio fratello maggiore che mi ha guidato ed insegnato tante cose nobili, sane e belle.

Adesso anche l’agricoltura biologica ha un rappresentante in Paradiso.


Ivo Bertaina

 


Sgomento e incredulo, mi accosto con discrezione e sincerità al dolore di tutta la famiglia Alce Nero Cooperativa per la perdita dello stimato Gino.
Un abbraccio particolare ai suoi stretti famigliari.
La certezza che Gino abita ora con le persone "buone" e sagge, vi dia forza.
Maria, Madre della Consolazione e della Resurrezione, vi accompagni in questo tempo di dolore.
Credete nel tempo e nella natura delle cose, e vedrete che le zolle, il frumento verde e giovane o le sue spighe dorate e mature al raccolto, vi strapperanno un sorriso e vi doneranno ancora la luce degli occhi di questo forte e bravo uomo, di terra e di cielo.

 

Baggio Devis, Bassano del Grappa -VI-

 

 

...UN SALUTO DAL CUORE A UNA PERSONA CHE NON HO CONOSCIUTO  PERSONALMENTE MA CHE SENTO FAMIGLIARE!

 

MARINA DEL BIANCO

 

 

Profonde condoglianze   per  chi  patisce la  scomparsa.
 
Franco Mariani

 

 

Cara Maria,

scrivo a te perché penso leggerai gli e-mail del tuo papà, 

ma scrivo anche a Samuele e Giovanni. 

Il giorno del funerale vi ho visto solo brevemente e tanto era il dolore che le parole non hanno saputo esprimere quello che avrei voluto, se ce ne fosse stato il tempo, dirvi.

Non ho potuto restare di piu perché con gli altri amici di Har karkom abbiamo dovuto riprendere la via del ritorno su Milano e poi io sono rientrata a Bruxelles.

Ho guardato il corteo funebre che si allontanava verso il cimitero e avrei desiderato tanto seguirvi. 

Piu avanti verremo a trovarvi, anche con mio marito Enzo che non é potuto scendere in Italia e ci indicherete dove é stato sepolto.

Ho detto a Giovanni che mi permettevo di salire in casa per lasciarvi una lettera e dei cioccolatini belgi. Il cioccolato belga é buono e fa bene..

La cuicna era chiusa e li ho lasciati sul mobile vicino alla porta di quello che ricordo fosse lo studio di vostro papà. 

Sappiate che se anche non ci conosciamo tanto e vi ho visto sopratutto da piccoli, l’affeto per i vostri genitroi era grande e se permettete accompagnerà

anche voi.

La nostra casa qui é anche la vostra.

Con affetto vi abbracciamo


Candida e Enzo

 


Lo scrivente Gino Pasquali, i consiglieri, il personale e i collaboratori tutti si uniscono al dolore per la scomparsa del caro Gino e formulano le più sentite cordoglianze.

Il Presidente del C.d.A.
Dr. Gino Pasquali

 


Buongiorno a tutti,

volevo porgere le mie sentite condoglianze per Gino mi spiace non aver avuto il tempo per conoscerlo.
E' passato a miglior vita, comunque continuerà a guidarci per difendere e continuare il progetto.
A presto

 

Carmelo Pace

 

 


Esprimiamo la nostra tristezza, per la morte di Gino Girolomoni, testimone e maestro di vita.

 

Carlo e Laura

 

 

Sentite condoglianze, 
a tutti Voi.

 

Gli amici di Ferrara

 


Il consiglio e l'intera cooperativa sono vicini ai famigliari in questo momento di dolore e ricordiamo con tutto il cuore i 30 anni di collaborazione e stima reciproca. Un caldo ringraziamento a Gino per averci trasmesso uno stile di vita sobrio e ricco di contenuti.

 

La Cooperativa di Treviglio.

 

 

 

Buongiorno.
Non vi conoscevo prima di ora.
Leggendo su "caffè Pascucci"
ho visto il personaggio e stavo
cercando di contattarlo.
Mi addolorea non averLo conosciuto di persona.
A voi tutti le mie condoglianze.
Se potrò mi incontrerò con Voi.

 

Antonio Tognoni
rimini

 

Le mie condoglianze per la scomparsa di Gino.

Un grande esempio di coerenza e un faro per il mondo del biologico.

Persona di grande carisma ha segnato la storia del fare rispettando la natura e le persone. Lo ricordo con grande stima e ammirazione.

Con vicinanza e affetto

 

Pietro Leemann

 

 

 

Solo oggi ho appreso della scomparsa del caro indimenticabile Gino. Più ci penso e più mi pare impossibile che una persona del suo carisma, abbia potuto lasciarci in un modo così improvviso. Ho conosciuto Gino agli inizi degli anni 80. Per noi, che crediamo nel biologico da più di trent'anni, Gino è stato un maestro. Le sue parole e le sue visioni, hanno saputo illuminarci e darci il coraggio di resistere alle troppe umiliazioni che abbiamo dovuto subire, specie nei primi anni. Ai figli e agli amici della cooperativa le più sincere e sentite condoglianze. Gino resterà sempre presente nei nostri cuori, sarà sempre quel faro che ha saputo, e lo sarà ancora da lassù, orientarci verso una meta divenuta ormai ineluttabile. Grazie Gino!

 

Vigilio Pinamonti Presidente della Cooperativa La Minela di  Cles (TN) (già di La Terra Vivente)

 

 

 

Mi associo anche io ed i collaboratori della mia Azienda, alla preghiera di accompagnamento al Viaggio di Gino verso l'altra faccia della vita.
Ricordo con emozione la sua presenza a Spello, nella mia Azienda, in occasione della Festa di Apertura di Agri.Bio.Umbria, il 26 settembre 2006 e le parole di incoraggiamento al nostro lavoro, che prosegue anche con la forza delle sue idee.
Un caro saluto ai familiari e soprattutto a Giovanni con il quale ho avuto modo di interagire pur non conoscendolo di persona.

 

Fabio Ciri

 

 

 

Apprendo con notevole ritardo la notizia della morte di Gino, che mi ha lasciato sgomento. Tramite il mio lavoro di promozione del bioloogico tramite Greenplanet e Bollettino Bio, adesso passato ad altra organizzazione, ho avuto più volte l'occasione di incontrare Gino e il suo particolare talento di trasmettere emozioni in chi lo incontrava. Si perde un protagonista vero del mondo del biologico e non solo, un uomo con i suoi pregi e difetti, ma con un grande carisma. Le sue battaglie rimarranno comunque da esempio e indelebili nella memoria di chi ha lavorato onestamente per un futuro migliore.

 

Saverio Zeni
Proscenio comunicaizone

 

 

Vi manifesto tutta la nostra vicinanza in questo momento difficile per la perdita di Gino. Ne sono certo che, grazie alla solidarietà di intenti e concreta  di così tanta gente, riuscirete a superare questo fato, continuando a portare avanti nel migliore dei modo quanto voluto e creato da Gino.
un abbraccio

 

Mirabile Renato

 

 

 

Miei Cari,


non so come testimoniarvi la partecipazione al vostro dolore,
se non con le poche parole che riesco a scrivere e nella consapevolezza
che non c'è nulla che io possa dirvi che possa sanare la ferita
di una perdita così enorme come quella di un uomo come Gino.


Nessuno meglio di voi, che gli era accanto tutti i giorni può sapere
chi era e quanto valeva, Gino.


Ma vorrei testimoniarvi come lo vedevo io, che ho avuto la fortuna
di conoscerlo e di godere, anche se per poco tempo, della sua presenza
e della sua generosa amicizia.


Gino era un uomo d'altri tempi.


Era l'uomo più vicino alla terra, alla SUA terra, che io abbia mai conosciuto.


E forse proprio per questo, era intriso di una spiritualità
che ti contagiava.


Era una spiritualità fatta più di silenzi che di parole.


Era fede.


Fede pura e incontaminata.


Incontaminata come lui voleva la sua terra, che coltivava
come fosse un giardino che Dio stesso gli aveva affidato.


Io non credo in Dio.


Non ho la forza di credere.


Ma raramente mi sono sentito toccato dalla fede,
come lo sono stato in presenza di Gino.


Un uomo che coltivava Dio e la terra come se fossero
una cosa sola.


Sto piangendo mentre scrivo queste parole.


Perché, è banale dirlo, ma il mondo sarebbe
un posto migliore, se ci fossero più persone come lui.


Sono andato in chiesa a pregare, il giorno che ho saputo
della sua morte.


Ho pregato e pianto per lui.


Era tutto quello che potevo fare.


Spero con tutto il cuore, con tutta l'anima,
che abbia trovato la luce che ha tanto cercato.


Se Dio esiste davvero, lo so, lo sento,
deve averlo accolto a braccia aperte,
come il più caro dei suoi figli.


Era un uomo incredibilmente buono e giusto.


E mi mancherà.


Per sempre.


Vi sono vicino.


Con tutto l'amore che posso.

 


Fabio Banfo del Teatro dei Sensibili

 

 

 

Conoscevo Gino da più di 30 anni, peccato che non ho avuto molte occasioni per incontrarlo...
è difficile, in momenti così particolari della vita, trovare parole che non siano di rito, mi unisco al vostro dolore stringendovi in un lungo abbraccio...
sentite condoglianze            

                                                                                                                                              
Antonio Manna



MONTEBELLO®
Torna alle news
© Alce Nero Cooperativa, 2006 - p.iva 02030920413